La metodologia AGILE nella gestione dei progetti

La metodologia AGILE nella gestione dei progetti

Il confronto quotidiano con le difficoltà che siamo tenuti a gestire in azienda ci porta a sviluppare soluzioni sempre più veloci e maggiormente fluide. Tra i diversi modelli di gestione efficace dei progetti c’è il metodo AGILE.

  • Che cosa è AGILE?

AGILE è un modo efficace per gestire i progetti e può essere utilizzato praticamente per qualsiasi cosa, le sue fondamenta sono nello sviluppo di software.
L’approccio AGILE è di notevole interesse nei contesti, dove il cambiamento è continuo e quasi ingestibile ed offre soluzioni interessanti che si stanno diffondendo sempre di più nel mondo del Project Management.

AGILE basa i suoi fondamenti nel Manifesto Agile, che dichiara i principi base a cui i diversi approcci come SCRUM, XP si ispirano.
Il Manifesto Agile nasce dall’esigenza di avere una metodologia di Project Management alternativa a quelle tradizionali, che risultasse maggiormente efficace in contesti dove le cose “cambiano” con estrema velocità. Questo il motivo che spinse i 17 professionisti dello sviluppo software a riunirsi nel 2001 per scrivere il: Manifesto dei principi AGILE.

AGILE prende atto che i progetti software (e di marketing) sono intrinsecamente imprevedibili. Nel corso di qualsiasi progetto ci saranno dei cambiamenti, sia che si tratti di cambiamenti del mercato o cambiamenti delle caratteristiche man mano che il prodotto prende vita: AGILE abbraccia questa imprevedibilità.

  • Cosa propone la  metodologia AGILE?

Agile suddivide i progetti in piccoli blocchi, semplifica la definizione delle priorità e semplifica l’aggiunta o il rilascio di funzioni a metà progetto, qualcosa che è impossibile nei tradizionali progetti a cascata. Quando si attua la suddivisione dei progetti più grandi in piccoli blocchi gestibili, questi vengono chiamati “iterazioni”.

Alla fine di ogni iterazione (che generalmente si svolge in un intervallo di tempo coerente) viene prodotto qualcosa di valore. Il prodotto realizzato durante ogni iterazione dovrebbe essere in grado di essere proposto per ottenere feedback dagli utenti o dalle parti interessate.

  • Quali sono le differenze tra AGILE e Waterfall?

A differenza del Project Management di tipo “Waterfall”, che è strettamente sequenziato e non consente di iniziare la progettazione fino a quando non viene effettuata la ricerca e non consente di iniziare lo sviluppo fino a quando i progetti non vengono firmati, nei team agile ci sono designer, sviluppatori e responsabili del mercato che lavorano insieme contemporaneamente.

Ne consegue che acquisire le competenze AGILE in termini pratici è cruciale per affrontare con spinta e determinazione lo sviluppo dei progetti che quotidianamente si presentano nelle nostre attività.

La Project Management Academy attraverso il suo pool di docenti esperti nelle metodologie AGILI ha sviluppato programmi formativi che consentono di acquisire competenze facendo riferimento ai frame maggiormente conosciuti del mondo Agile.

Consulta il sito www.projectmanagementacademy.it per individuare l’approccio AGILE che meglio si confà alle tue esigenze di gestione progettuale.

Share